ENTRO IL 23 MAGGIO  LE  voto domiciliareDOMANDE PER IL VOTO DOMICILIARE (allegati)

La richiesta può essere presentata dagli elettori affetti da gravi infermità tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano

Gli elettori affetti da gravi infermità tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano, che si trovano in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, ovvero gli elettori affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi previsti dalle norme, sono ammessi al voto domiciliare.

L’elettore interessato, fra il 3 e il 23 maggio 2022, deve far pervenire al Sindaco di  Bucciano  una dichiarazione utilizzando l’apposito modulo, disponibile all’Ufficio elettorale e su questo sito istituzionale, attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimore, corredata della prescritta autorizzazione sanitaria.

Alla domanda occorre allegare:

bucciano_opzione_referendum_22.jpgPer i cinque referendum popolari del 12 giugno 2022 trovano applicazioni le modalità di voto per corrispondenza degli elettori residenti all’estero di cui alla legge 27 dicembre 2001, n. 459 e del relativo regolamento di attuazione approvato con decreto del Presidente della Repubblica 2 aprile 2003, n. 104; tale normativa, nel prevedere la modalità di voto per corrispondenza da parte degli elettori italiani residenti fuori dal territorio nazionale, fa comunque salva la possibilità dei medesimi elettori di optare per il voto in Italia.

Il diritto di optare deve essere esercitato entro il decimo giorno successivo all’indizione del referendum quindi entro domenica 17 aprile 2022 – utilizzando preferibilmente l’apposito modulo in allegato e predisposto dal Ministero degli Affari Esteri.

Tale modulo (Clicca  qui)  per esercitare l’opzione del voto in Italia, dovrà pervenire all’Ufficio consolare operante nella circoscrizione di residenza, per posta o mediante consegna a mano, entro il suddetto termine.

Si precisa che, andando a votare in Italia non si potrà usufruire di alcun rimborso per le spese di viaggio sostenute, ma si potrà usufruire delle agevolazioni tariffarie previste sul territorio italiano

Con nstop warota del 03/03/2022, S.E. il Prefetto, in ragione della necessità di assicurare soccorso e assistenza alla popolazione ucraina sul territorio nazionale in conseguenza della grave crisi internazionale in atto, ha chiesto ai Comuni di effettuare una ricognizione di locali e/o strutture ove alloggiare i profughi ucraini e fornire agli stessi una idonea sistemazione.

Gli enti, le associazioni religiose e di solidarietà, i privati cittadini, qualora siano in possesso di immobili tali da poter fornire idonea sistemazione ai profughi, potranno comunicare, in tempi brevi, a questo Comune, utilizzando il modulo allegato, la disponibilità all'accoglienza avendo cura di indicare l’ubicazione delle strutture ed il numero di posti disponibili.

Il modulo dovrà essere inviato via pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure consegnato a mano all'Ufficio Protocollo, negli orari d'ufficio (LEGGI  QUI

Torna all'inizio del contenuto